Giorgio Vasta

Giorgio Vasta. Photo by Lucia Re.

Giorgio Vasta è nato a Palermo nel 1970.

Vasta è scrittore e sceneggiatore siciliano, e collabora con diverse testate nazionali come La Repubblica, Il Sole 24 Ore e Il Manifesto. Inoltre, insegna in diverse scuole tra cui Holden School e lo IED a Torino. Il suo primo romanzo, “Il tempo materiale”, pubblicato da Minimum Fax nel 2008, è stato tradotto in undici paesi e ha vinto in Francia il Prix Ulysses e candidato al Premio Strega 2009. Nel 2014 è stato Italian Affiliated Fellow in Letteratura all’American Academy in Rome. Con Emma Dante, e con la collaborazione di Licia Eminenti, ha scritto la sceneggiatura del film “Via Castellana Bandiera” (2013), in concorso alle 70° Mostra del cinema di Venezia. Il suo ultimo libro è “Assolutamente nulla. Storie e sparizioni nei deserti americani” (2016) con Ramak Fazel.

A Manifesta 12 Palermo, Vasta presenta City Scripts, un’opera fatta di Storytelling e laboratori di scrittura creativa. Realizzato in collaborazione con Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo, City Scripts si compone di cinque micro-narrazioni su Palermo, in cui il wordscape, il paesaggio di parole, si mescola al soundscape, il paesaggio sonoro. Cinque storie su Palermo: due plurali, fatte da un collettivo di studenti del corso di scrittura creativa condotto da Vasta, Letizia Gullo e i VacuaMoenia, e tre storie singolari, i sui autori sono: Fulvio Abbate, Emma Dante, Giorgio Vasta. Tutti e cinque testi che saranno resi disponibili sotto forma di podcast scaricabili gratuitamente.